Dario Giuseppe Malizia

Un avvocato con la vocazione per gli ''ultimi'' ha deciso di lasciare la toga per diventare sacerdote. E' la storia di Dario Giuseppe Malizia, 44 anni, originario di Palermo.

Per alcuni anni ha vissuto nella fraternità con Biagio Conte e Don Pino Vitrano, alla Missione Speranza e Carità, come ''Fratello Dario''. E' qui che scopre la sua vocazione verso il sacerdozio. Decide di entrare a far parte dell'ordine dei Padri Camilliani, dove viene ordinato Diacono il 18 Novembre 2018.

Sabato 14 Settembre 2019,in occasione della Solennità dell’Esaltazione della Santa Croce e vigilia del 26° anniversario dell’uccisione del Beato padre Pino Puglisi,  per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria dell’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice nella Cattedrale di Palermo alle ore 10.00, Dario Giuseppe Malizia riceverà l'Ordinazione Sacerdotale, insieme a tre diaconi e ad un comboniano.

Il neo-sacerdote Dario Malizia celebrerà la messa Domenica 15 Settembre alle ore 18.30 nella Casa di preghiera di tutti i popoli, nella Cittadella del Povero e della Speranza, in Via Decollati 29.

11.09.2019.

Visita alla Cittadella del Povero e della Speranza come inizio della tre giorni in preparazione all'ordinazione sacerdotale di Dario Malizia.

Assunzione della Beata Vergine Maria

15 agosto 2019

    La processione dedicata alla Madonna assunta in cielo, guidata da Padre Pino Vitrano è stato un momento molto bello e sentito. Fratelli e sorelle della Missione, volontari e fedeli, le suore di Madre Teresa di Calcutta, tutti insieme hanno portato in spalla e accompagnato la vara con l'icona della ''Nostra Signora della Speranza'' dalla sede di Via Archirafi a quella di Via Decollati, recitando il Rosario.

   Nella Cittadella del Povero e della Speranza si è poi celebrata la Santa Messa. La commemorazione si è conclusa con il rientro dell'icona in Missione Speranza e Carità in Via Archirafi portata in spalla, come tradizione, da ragazzi africani ospiti della Comunità.

    Ringraziamo Nostro Signore, Padre Santo, perché nella Vergine Maria, assunta nella Gloria del Cielo, ha fatto risplendere per il suo popolo, pellegrino sulla terra, un segno di consolazione e di sicura speranza.

Foto in bianco e nero di Paola Mendola.

AVVISO

In occasione della festa dell'Assunzione di Maria al Cielo del 15 Agosto, la Missione Speranza e Carità ha organizzato una processione dove con una vara infiorata verrà portata a spalla da più fratelli ultimi e da volontari una icona della Madonna ''Nostra Signora della Speranza'' di grandi dimensioni. 

Alle ore 18.00 partenza della processione dal cortile antistante la Cappella della Misericordia, nella Missione Speranza e Carità in via Archirafi 31.

Verranno percorse le vie limitrofe per giungere verso le ore 19.00 nella Missione''La Cittadella del Povero e della Speranza'' in via Decollati 29, dove nella ''Casa di preghiera per tutti i popoli'' verrà celebrata la santa messa dal sacerdote Don Pino Vitrano.

Per tutti i cristiani cattolici il 15 agosto è una solennità che ricorda l'Assunzione della Vergine Maria al Cielo. Per essere stata la Madre di Gesù e per essere stata preservata dalla macchia del peccato, Maria, come Gesù, fu risuscitata da Dio per la vita eterna. Maria fu la prima, dopo Cristo, a sperimentare la risurrezione ed è anticipazione della risurrezione della carne che per tutti gli uomini avverrà dopo il Giudizio finale.

La Vergine Assunta è segno di consolazione e di sicura speranza per la chiesa pellegrina.

Trattandosi di festività, giovedì 15 agosto non verrà celebrata messa alle ore 7.30.