Fratel Biagio trascorre le notti per strada

12/01/2018

 

"Non riesco ancora ad accettare che ci possano essere tanti ancora che vivono queste profonde sofferenze nella loro vita dovuti principalmente all'indifferenza e che continuano a vivere e morire per strada."

“Fratel Biagio già mercoledì sera ha preso un paio di coperte, la Bibbia, il breviario, ha raccolto per strada un cartone robusto e ha sistemato il suo giaciglio di protesta sotto i portici delle Poste centrali di via Roma. Proprio dove qualche anno fa emise l’ultimo respiro Vincenzo, un senza dimora che la missione 'Speranza e Carità' ha assistito e accompagnato fino alla morte, facendogli sentire l’affetto e l’attenzione che per una vita gli erano stati negati. Ha trascorso lì la notte tra mercoledì e giovedì, informando della sua decisione solo il suo braccio destro Padre Pino Vitrano. Nessuna spiegazione, solo una lunga lettera scritta a mano, da cui traspare un travaglio, maturato dopo il suo rientro, a metà settembre, dal pellegrinaggio che gli ha permesso di toccare tutte le regioni d’Italia, toccando infinite forme di povertà e di bisogno estremo.” (dall’art. pubblicato su Avvenire.it di A. Turrisi).

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Post recenti

August 1, 2020

Please reload

Archivio
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • YouTube Social  Icon

Missione Speranza e Carità © 2018 by Toni Calamia