''Ritornate a me con tutto il vostro cuore'' (Gl 2,12)

Fratel Biagio : Ecco la causa dei tanti mali e del covid: ci siamo allontanati dal Buon Dio, dimenticandoci di Lui e del nostro prossimo.



Faccio mie le parole del commento su Gioiele di San Girolamo sacerdote (Ritornate a me).


‘’Ritornate a me con tutto il vostro cuore (Gl 2,12) e mostrate la penitenza dell’anima con preghiere, digiuni, pianti e battendovi il petto: affinchè, digiunando adesso, dopo sarete saziati; piangendo ora, dopo ridiate; battendovi ora il petto, dopo siate consolati. Laceratevi il cuore e non le vesti, ritorniamo al Signore nostro Dio, perché Egli è misericordioso e benigno, tardo all’ira e ricco di benevolenza e si impietosisce riguardo alle sventure. Ritorniamo dunque al Signore nostro Dio, da cui ci siamo allontanati per il male che abbiamo fatto e non disperate mai del perdono per la gravità delle colpe, perché l’infinita misericordia le cancellerà tutte per quanto gravi.

Il Signore infatti è buono e misericordioso – ma ci esorta alla penitenza perché so che Dio è oltremodo clemente- ed è pienamente disposto a perdonare e a pentirsi della sentenza di condanna che aveva preparato per i nostri peccati. Se noi ci pentiamo di quanto abbiamo fatto di male, Egli si pentirà della decisione di castigo che aveva preso ‘’- e ci libererà anche dal covid che sta mietendo tante vittime-.


Se noi cambiamo vita (cioè nel bene), anch’Egli cambierà la sentenza che aveva predisposto. E’ urgentissimo che questa società ritorni a Dio e al nostro prossimo, soprattutto aiutando come desidera il Buon Gesù i più deboli, i più fragili, i poveri, gli esclusi e i sofferenti).


‘’E allora sì che il Buon Dio ci aspergerà con acqua pura e ci purificherà da tutte le nostre sozzure e da tutti i nostri idoli e vizi. Ci darà un cuore nuovo e metterà dentro di noi uno spirito nuovo, toglierà da noi il cuore di pietra e ci darà un cuore di carne. Porrò il mio spirito dentro di voi e ci farà vivere secondo i miei precetti e vi farò osservare e mettere in pratica le mie leggi (i miei Comandamenti).’’ Preziose parole del profeta Ezechiele (36,25-27).


Fratel Biagio medita una riflessione sulla Parola di Dio che rivolge a tutta l’umanità.


Pa, 08/09/2021

Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • YouTube Social  Icon